FringeMizio.

Fringe è una delle serie più interessanti degli ultimi anni e il suo autore, J. J. Abrams, è lo stesso di Lost. Tratta di universi paralleli.
Tutto questo per dire che il mizio di questo universo sta facendo una vita d’inferno, tanto da non riuscire ad aggiornare il blog. Mentre il mizio dell’universo parallelo se la sta godendo alla grande. Intanto è simpatico, porta i capelli lunghi e fa il direttore marketing (cioè si diverte a martirizzare i creativi). Poi ama il Natale, la gente, le luminarie e fa un sacco di regali, così tutti gli vogliono bene.
Se volete incontrare il mizio dell’universo parallelo dovete immergervi in una vasca di deprivazione sensoriale con un paio di elettrodi attaccati alle tempie. Se invece volete incontrare il mizio di questa dimensione segnatevi quest’appuntamento: Venerdì 17 dicembre, dalle 17 alle 21, al Frizzi e Lazzi di Via Torricelli. Se sopravvivo ancora una settimana, quella sarà l’unica occasione in cui festeggerò il natale. Andrà on air live, ospite di Reset Radio, l’ultima puntata di Radio Venerdì 17. Abbiamo deciso di celebrarla con una festicciola natalizia a vino e salame. Oltre a me saranno presenti KTTB (aka Massimo Guastini), Giovanni Pagano, mrwhite (aka Valerio Franco), buona parte di ET e di Cookies, e un bel po’ di ospiti che stanno confermando in queste ore.
Insomma, vi aspettiamo. Potete dare la vostra adesione sulla pagina evento di Facebook qui.

m.

P.S.
Dato che dopo FakeCannes2010 qualcuno si è lamentato che le consumazioni non erano gratis, voglio essere chiaro. Compreremo un buon quantitativo di vino e di salame che potrete mangiare a sbafo, ma quando il cibo e il beveraggio finiscono sono cazzi vostri.

Comments (5)

  1. Pingback: Tweets that mention FringeMizio. « -- Topsy.com

  2. Quasi quasi vengo a salutarvi, mi farebbe piacere conoscere tutta la banda di Venerdì 17.
    E poi vino e salame…chi resisterebbe?

  3. Mizio Blog

    Dai, ti aspettiamo.

  4. Chi di voi sa dirmi chi fa la comunicazione Tim con Belen?
    Grazie

  5. Mizio Blog

    Leo Burnett.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *